Fiat 500 Spiaggina: torna l’auto simbolo del 1958

19-07-2018 17:52:57

Per tutti gli amanti delle Fiat 500 vintage c’è una succosa novità: lo scorso 4 luglio, in occasione del 60° anniversario, è stata presentata la nuova Fiat 500 Spiaggina. Una riedizione della storica 500 Spiaggina del 1958, per questo motivo prodotta in 1.958 unità, che a sessant’anni di distanza riprende alcune delle caratteristiche più amate della Spiaggina.

La nuova Fiat 500 Spiaggina

Per celebrare degnamente la mitica 500 Spiaggina del 1958, Fiat ha deciso di proporre due riedizione di questo simbolo degli anni della Dolce Vita: la Fiat 500 Spiaggina ‘58 e la Fiat 500 Spiaggina by Garage Italia. Due piccoli gioielli che adesso andremo a conoscere da vicino.

Fiat 500 Spiaggina ‘58


La prima riedizione della Fiat 500 Spiaggina ‘58 sarà prodotta esclusivamente in versione cabrio. Per la carrozzeria è stata scelta la livrea speciale denominata Azzurro Volare, in onore dell’indimenticabile canzone di Domenico Modugno, pubblicata proprio nel 1958. Per la capote, invece, è stato scelto il beige, mentre i cerchi in lega da 16’’ hanno un disegno tipicamente vintage. A completare gli esterni alcuni dettagli cromati, come il guscio degli specchietti retrovisori, che rendono il design di questa automobile degno di una diva d’altri tempi.
Anche gli interni sono stati attentamente curati. La plancia della vettura riprende la livrea Azzurro Volare, mentre per i sedili è stato scelto un ricercato bicolore: seduta grigia a strisce e lunetta superiore in avorio. I tappetini specifici e il volante su cui è impresso il logo vintage, completano l’allestimento. Dal punto di vista delle dotazioni, invece, la 500 Spiaggina ‘58 prevede il sistema UConnect 7’’ HD LIVE touchscreen, il climatizzatore automatico, sensori di parcheggio posteriori. Sotto al cofano, infine, la Spiaggina ‘58 è dotata del collaudato motore a benzina da 1,2 litri e 69 CV di potenza, omologato Euro 6D.

Fiat 500 Spiaggina by Garage Italia


La Fiat 500 Spiaggina by Garage Italia, elaborata da Garage Italia di Lapo Elkann in collaborazione con Pininfarina, è ancora più esclusiva. Per quanto riguarda la carrozzeria, è stata scelta una livrea bicolore che prevede l’uso dell’Azzurro Volare affiancato al Bianco Perla. All’anteriore, il parabrezza è ribassato come si usa fare in ambito nautico. Tuttavia, non è per queste scelte che si contraddistingue la Spiaggina 500 by Garage Italia. Al posteriore i tecnici di Garage Italia hanno trasformato i sedili posteriori in un vano doccia. Il pianale di questa è rivestito in sughero dogato, a ricordare i pavimenti in teak utilizzati negli yacht di lusso. Da un lato, invece, il doccino. Per fare questo, i tecnici di Pininfarina hanno dovuto studiare un roll-bar che irrigidisse opportunamente la scocca.
Anche gli interni sono stati appositamente studiati. I sedili posteriori sono stati sostituiti da una panchetta realizzata su misura e rivestita in pelle impermeabilizzata Foglizzo Leather, in tinta con la livrea dell’automobile. A completare l’esclusivo allestimento ci sono i cerchi in lega con disegno vintage, gomme con spalla bianca e numerosi dettagli cromati, come i gusci degli specchietti o le maniglie delle portiere.

Fiat 500 Ghia Jolly: alle origini della Fiat 500 Spiaggina


Era l’estate del 1958, in radio Modugno cantava Volare. Fiat uscì sul mercato un nuovo modello costruito sulla base della Fiat Nuova 500. Si trattava della Fiat 500 Ghia Jolly, realizzata dalla Carrozzeria Ghia prima che questa passasse a Ford, presto divenuta famosa come Fiat 500 Spiaggina. La 500 Ghia Jolly, prodotta fino al 1962, divenne presto un’automobile di culto. Numerose furono le personalità, fra cui Aristotele Onassis, Enrico Berlinguer e Silvio Berlusconi, che ne acquistarono un esemplare da imbarcare a bordo dei propri yacht o da utilizzarla come golf car. A differenza di una classica Fiat 500, al posto della tradizionale capote, la Ghia Jolly proteggeva dal sole per mezzo di un semplice tendalino. Le portiere, poi, erano completamente assenti e tutto intorno alla carrozzeria correva una tubatura cromata, che, nella sua singolarità, la rendeva estremamente elegante. I sedili, all’anteriore due poltroncine e al posteriore una panchetta, erano realizzati in semplice vimini. Tutte caratteristiche che la resero oggetto del desiderio di molti appassionati. Gli stessi, probabilmente, che oggi vorrebbero possedere una Fiat 500 Spiaggina ‘58.
GALLERY